Quando intrecciavamo fiori

Quando intrecciavamo fiori

Anteprima Scarica anteprima
Dopo gli attentati che hanno sconvolto la vita della sua cittadina, Irene è fuggita, da tutto e da tutti. Sola nella sua casa tra le montagne, ultimo regalo dell’amatissimo nonno, si sente alla fine di un lungo viaggio, forse anche all’inizio di un altro, dalla meta ancora sconosciuta. È il momento di scrivere, di rivivere sulle pagine del suo diario la storia della sua adolescenza e delle persone che l’hanno segnata. I suoi amici innanzitutto, dalla strana Linda, con le sue teorie sulla rivoluzione pacifica, a Ruben, il rockettaro privo di senso pratico, e poi i genitori, con i quali il rapporto non è mai stato facile. Ma c’è anche un altro incontro da raccontare, uno di quelli che ti sconvolgono la vita. Mentre l’autunno ammanta i boschi con i suoi colori che sanno di perdita ma anche di rinascita, Irene capisce che è giunto il momento di affrontare il dolore che si porta dentro e di aprirsi di nuovo alla speranza e alla fiducia. Un originale romanzo di formazione, la storia semplice e profonda di una ragazza che impara la gioia di rifiorire.

Dettagli libro

Sull'autore

Astrid Mazzola

Astrid Mazzola (1981) si è innamorata del narrare grazie alle fiabe che la sua mamma le leggeva. Dopo aver lavorato come giornalista,ricercatrice sociale e curatrice di progetti europei ha lasciato perdere tutto per cercare di costruirsi una «vita da romanzo». Ora vive in una casa nei boschi del Trentino con marito, figli, cane e gatto, lavora come lettrice di fiabe e cura percorsi sulla narrazione e la lettura. È autrice dei libri divulgativi Kosovo tutto ok (Il Margine, 2010) e Firme in cielo (Il Margine, 2013) e dei romanzi La Ragazza con la Capra(2001), Mamme rane e Nasi verdi (Vita trentina, 2004), I senzaombrello (Traven-Books, 2006), Quando intrecciavamo fiori (IoScrittore, 2014) e La vita inattesa (IoScrittore, 2017). Il suo sito è www.senzaombrello.it.

Ti potrebbe interessare