Evgenija Jaroslavskaja-Markon

Evgenija Jaroslavskaja-Markon nacque nel 1902 a Mosca da una famiglia della borghesia intellettuale ebraica. Crebbe a San Pietroburgo, dopo il liceo studiò Filosofia e nei primi anni Venti conobbe e sposò il poeta Aleksandr Jaroslavskij. Assieme al marito tenne conferenze di argomento letterario e antireligioso in Unione Sovietica e all’estero, in Germania e in Francia. Arrestata e rilasciata diverse volte, fu infine condannata alla detenzione nel gulag delle isole Solovki, dov’era rinchiuso anche suo marito. Lì venne fucilata nel 1931, non senza averci lasciato la sua folgorante testimonianza.

EPUB PDF