Capire la musica classica ragionando da compositori

Capire la musica classica

ragionando da compositori

Anteprima Scarica anteprima
La musica parla a tutti, anche agli «analfabeti musicali». La maggior parte di noi, noi non-musicisti,non è in grado di decifrare una partitura, di spiegare che cos’è un ritmo, un timbro, un rallentando o una sincope; ma questo non ci impedisce di godere della musica e di comprenderla a livello emotivo, sensoriale, sentimentale. Se noi non-musicisti avessimo però voglia di passare a un ascolto più profondo, più consapevole, più intenso, avremmo bisogno di un supporto. Ed ecco entrare in scena questo libro, scritto da un compositore che conosce a fondo l’alfabeto, la grammatica,la retorica e tutto quanto serve per usare il linguaggio musicale,e che immagina di invitarci a un corso di composizione per raccontarci quali sono i ferri del mestiere, mettere a fuoco le tecniche, gli stili, i segreti che attraverso i secoli hanno costruito la grande Musica. «Per fare in modo – ci dice Campogrande – che,al prossimo ascolto, sonate, sinfonie e quartetti possano riverberare nella mente con più intensità, aprendosi a nuovi pensieri e aumentando il godimento».

Dettagli libro

Sull'autore

Nicola Campogrande

Nicola Campogrande, compositore, è nato a Torino nel 1969, vive a Roma e ha tre figli. La sua musica, rego­larmente eseguita dai maggiori interpreti internazionali, è pubblicata da Breitkopf & Härtel e incisa su più di trenta cd. Dal 1998 conduce trasmissioni culturali per Rai Radio3 e dal 2013 anche per il canale televisivo Clas­sica HD. Già critico musicale per la Repubblica, è ora tra i collaboratori de La Lettura, supplemento del Corriere della Sera, e insegna alla Scuola Holden. Ha pubblicato Musica e amore (Utet, 2009), Occhio alle orecchie. Come ascoltare musica classica e vivere felici (Ponte alle Grazie, 2015; Tea, 2018), 100 brani di musica classica da ascol­tare una volta nella vita (BUR Rizzoli, 2018) e Capire la musica classica ragionando da compositori (Ponte alle Grazie 2020). È direttore artistico del festival MITO SettembreMusica. 

Ti potrebbe interessare