Donna Francesca Savasta, intesa Ciccina
Donna Francesca Savasta, intesa Ciccina

Donna Francesca Savasta, intesa Ciccina

Donna Francesca Savasta, detta Ciccina, è una ragazza del popolo, semplice, forse ignorante ma sicuramente rivoluzionaria nella sua infinita saggezza e concretezza. Fa la levatrice in uno sperduto paesino dei monti Iblei, e interpreta il suo ruolo in modo molto personale, prodigandosi per “sistemare” al meglio la vita di inesperte e povere puerpere e dei bambini abbandonati nella ruota degli esposti. Tutto questo secondo una perfetta legge morale, la propria.
Tra briganti che non sono davvero cattivi, parroci non proprio fedeli al voto di castità, vendette di paese, omicidi e sparizioni, un romanzo originale, permeato da una sottile ironia e caratterizzato da una sapientissima orchestrazione degli eventi, grande cura della lingua e conoscenza profonda del periodo storico in cui si svolge la vicenda.

Dettagli libro

Sull'autore

Laura Lanza

Laura Lanza, nata a Roma, ha lavorato come bibliotecaria della Vallicelliana e attualmente è caporedattore della rivista 'Accademie & Biblioteche d’Italia'. Nel 2017 è entrata a far parte dell’Osservatorio del libro e della lettura. Autrice di numerosi contributi sulla vita culturale della capitale, ha fatto parte della redazione della “Bibliografia Romana”, e ha curato la rubrica Bibliografia di storia delle istituzioni contemporanee sulla rivista 'Le carte e la storia' (il Mulino). Con questo suo primo romanzo è stata finalista dell’edizione 2019 del Premio Calvino.

Ti potrebbe interessare