Impronte di gatto

Impronte di gatto

Anteprima Scarica anteprima
Impronte di gatto è un'analisi a trecentosessanta gradi del felino domestico. Le prime testimonianze di un rapporto tra uomo e gatto risalgono almeno al 9000 a.C. e da allora si è sviluppata una storia straordinaria, che ha portato i gatti a ricoprire diversi ruoli, spesso in contraddizione tra loro. Il gatto è stato adorato e odiato, accolto o cacciato, è stato considerato divino o demoniaco, in virtù del suo stesso carattere: indipendente, altezzoso, sornione, impertinente, ma anche regale, furbo, affascinante e buffo allo stesso tempo. Così è stato divinizzato dagli egizi, sfruttato dai romani, demonizzato nel medioevo, comunque amato in tutte le epoche. Impronte di gatti si trovano in tutte le forme artistiche e l'autore le segue con passione nella pittura, nella letteratura, nel cinema e nella musica, dando vita a una serie di aneddoti curiosi e spassosi, scritti con tale abilità che sembra di veder balzare i protagonisti dalla pagina. Una vera storia dei gatti e del loro rapporto con l'uomo, divertente e completa, per tutti gli amanti di questo animale che non vogliono fermarsi a una conoscenza superficiale del loro amico felino.

Dettagli libro

Sull'autore

Detlef Bluhm

Detlef Bluhm, nato nel 1954 a Berlino, ha lavorato a lungo nel settore dell’editoria, come libraio e come editore. Dal 1992 è direttore dell’Associazione dei librai e editori di Berlino. Dal 1989 ha pubblicato diversi libri fra cui, pubblicati in Italia con successo, Impronte di gatto, Gatti di lungo corso, Il gatto che arrestava i malviventi, Tutto quello che vorreste sapere sui gatti, La gatta che mangiava le acciughe.