La cultura delle destre Alla ricerca dell’egemonia culturale in Italia

La cultura delle destre

Alla ricerca dell’egemonia culturale in Italia

Anteprima Scarica anteprima
Il tema di questo libro è più vivo che mai. Individualismo, consumismo, edonismo, diffidenza per l’altro e attaccamento ai valori cattolici tradizionali sono i fondamenti ai quali si è ispirata la destra italiana nell’ultimo ventennio. Con Silvio Berlusconi un nuovo blocco sociale è giunto al potere e si è mosso in aperto contrasto con quella che veniva (e viene) ossessivamente additata come «egemonia culturale della sinistra». Il percorso della destra non può evitare di ricostruire gli antagonismi e gli «scontri di civiltà» a cui abbiamo assistito negli ultimi vent’anni. La nuova destra non si è dunque legata esclusivamente al carisma del suo leader, ma ha agito capillarmente nel tessuto sociale, riprendendo temi e comportamenti che vengono da lontano e che non hanno mai cessato di esistere.Gabriele Turi ricostruisce questo percorso, passando attraverso il revisionismo storico, la riscrittura politica dei manuali scolastici, l’insistito ridimensionamento della Resistenza e la difesa militante del crocifisso nei luoghi pubblici.La crescente presenza dell’estrema destra clericale sul Web e la concomitante crisi identitaria della sinistra fanno da sfondo a questa storia politica dell’Italia recente, che vede tra i suoi attori principali esponenti politici di primo piano, giornalisti, docenti universitari e gente comune.

Dettagli libro

Sull'autore

Gabriele Turi

Gabriele Turi è docente di Storia contemporanea all’Università di Firenze e Direttore della rivista «Passato e presente». Tra i suoi libri ricordiamo Lo Stato educatore. Politica e intellettuali nell’Italia fascista (2002), Giovanni Gentile. Una biografia (2006), Il nostro mondo. Dalle grandi rivoluzioni all’11 settembre (2006) e Schiavi in un mondo libero. Storia dell’emancipazione dall’età moderna a oggi (2012).