Anteprima Scarica anteprima
«I libri di David Almond sono creature selvagge che ti scuotono nel profondo e che sfuggono ai soliti paradigmi della letteratura per ragazzi. Come tutta la grande letteratura, sono inclassificabili. THE GUARDIAN»

«Un maestro, una voce emozionante e inconfondibile nella prosa moderna. NICK HORNBY»

«Non c’è davvero nessun altro come Almond tra gli scrittori contemporanei, per adulti o per ragazzi che siano. THE TIMES»

'NON SONO CHE UN BAMBINO. COM'È POSSIBILE CHE IO SIA IN GUERRA?'

È il 1918 e la guerra è ovunque. Il papà di John è lontano, a combattere in Francia insieme a milioni di altri papà. La sua mamma lavora nella fabbrica d'armi più grande del mondo, che non ne vuol sapere di rimanere chiusa nemmeno per un'ora, nemmeno di notte. E continua a crescere, crescere, crescere... A scuola, l'arcigno preside McTavish non fa che ripetere che tutti, adulti e bambini, sono coinvolti nella lotta per sconfiggere il malvagio nemico tedesco, e ogni volta John si pone la stessa domanda: 'Quando finirà?' Ma un giorno, nei boschi alla periferia della città, come in un sogno vede apparire Jan, un bambino tedesco che è proprio come lui: stessa età, stessa altezza e, sospetta John, stessa voglia di lasciarsi quella guerra alle spalle per incontrarsi, finalmente, e spargere insieme i semi della pace. Un racconto vivido e potente sul coraggio di sognare un mondo migliore, da uno dei più grandi scrittori per ragazzi di sempre.

Dettagli libro

Sull'autore

David Almond

David Almond è nato a Newcastle nel 1951 e vive nel Northumberland con la sua famiglia. Nel 2010 ha vinto l’Hans Christian Andersen Award, il premio Nobel della letteratura per ragazzi. Con Skellig ha vinto il Whitbread Children’s Award e la Carnegie Medal. Per Salani ha pubblicato SkelligArgillaLa storia di MinaIl bambino che si arrampicò fino alla lunaIl grande giocoLa vera storia del mostro Billy Dean e Mio papà sa volare! e La canzone di Orfeo

Ti potrebbe interessare