Che dispiacere Un’indagine su Bernardo Barigazzi

Che dispiacere

Un’indagine su Bernardo Barigazzi

Anteprima Scarica anteprima
«Nori prima ti racconta una cosa che è accaduta al suo personaggio (un suo alter ego), poi sfuma il tutto, quindi lo rovescia. Si ride della coerenza incoerente dei suoi personaggi.»
L'Espresso - Marco Belpoliti

«Di Paolo Nori colpiscono (e affascinano) due cose: la sua scrittura ‘parlata’, che ricalca cioè la lingua con cui si comunica quotidianamente, e il suo modo di leggere ciò che scrive, con una cadenza musical-regionale che dà vita a ogni riga.»
Corriere della Sera

«Nori è scrittore inclusivo, che ama rendere racconto ciò che vive. Il piacere di scrivere è l’autentica forza dei suoi libri, un godimento primario.»
Il Sole 24 Ore

Bernardo Barigazzi è uno scrittore che ha cominciato a fare il giornalista ma non l’ha detto a nessuno. Quando non scrive è impegnato a corteggiare Marzia, barista laureata in filosofia, con cui ha una relazione fatta, prevalentemente, di appuntamenti mancati. Con lo pseudonimo di Ivan Piri dirige Che dispiacere, un giornale sportivo che esce in edicola solo i giorni successivi alle sconfitte della Juventus. Sembrerebbe uno svago innocente, finché Barigazzi non si trova suo malgrado coinvolto in un’indagine di polizia. Manuel Carrettieri, ultrà con la passione per la cocaina, è stato ucciso e più di un indizio collega Barigazzi al delitto. In una Bologna autentica e insieme fiabesca, tra le osterie del centro e i vialoni della periferia, va in scena una commedia degli equivoci popolata di indimenticabili protagonisti, densa di umorismo e umanità. Per la prima volta Paolo Nori si misura con il giallo, passando dal racconto in prima persona a quello in terza, e orchestrando una sinfonia di voci e personaggi nello stile inconfondibile che i suoi lettori hanno ormai imparato a conoscere e amare.

Dettagli libro

Sull'autore

Paolo Nori

Paolo Nori, nato a Parma nel 1963, abita a Casalecchio di Reno e, come ha già detto anche un’altra volta, non sa mai cosa scrivere in queste note biografiche dove dovrebbe far finta di non essere lui, e far capire che è bravo, e intelligente, e modesto, e magro, perfino.

Ti potrebbe interessare