G8. Genova 2001 Storia di un disastro annunciato

G8. Genova 2001

Storia di un disastro annunciato

Anteprima Scarica anteprima
Il racconto in presa diretta di un uomo della Digos
nella città trasformata in una zona di guerra
 
“Il G8 di Genova fu una guerra civile
durata ininterrottamente due giorni.
Non si può evitare l’argomento
solo per togliersi il fastidio di spiegarlo e raccontarlo.”
Gianluca Prestigiacomo
 
Il G8 di Genova è un pezzo di storia della Repubblica. Una storia nera che ha lasciato un segno indelebile. Due giorni di violenze perpetrate dalle forze dell’ordine e da gruppi organizzati di manifestanti. Una città messa a ferro e fuoco. E poi anni di processi, con­danne, proscioglimenti, prescrizioni, reinte­grazioni in servizio di molti dei protagonisti.
Due decenni dopo i fatti che hanno cambia­to per sempre le forme della contestazione e del dissenso, smantellando un intero movi­mento che voleva opporsi a quel modello di sviluppo economico e sociale che oggi mo­stra tutti i suoi disastri, un operatore della Digos torna a quei giorni di luglio del 2001 e racconta per la prima volta che cosa accadde. Dalla sua testimonianza emerge la storia di una complicità istituzionale.
Una complicità trasversale che ha costruito le condizioni affinché a Genova saltasse tut­to. Gianluca Prestigiacomo porta il lettore tra le vie di una città in fiamme, ripercor­rendo momento per momento i tre giorni del G8 e raccontando cosa fu a scatenare l’inferno, l’istante in cui partirono le cari­che scellerate e lui – tra i pochi autorizzati ad accompagnare il corteo – fu costretto ad allontanarsi, circondato dai Black Bloc e in­calzato da uomini di un fantomatico servizio d’ordine, chiaramente legati ai servizi. Dopo vent’anni sono ancora molte le circostanze da chiarire. Troppe, dato il tempo trascorso.

Sull'autore

Gianluca Prestigiacomo

Gianluca Prestigiacomo (1963), giornalista pubblicista, è stato operatore della Digos per trentacinque anni, esperienza che gli ha permesso di sviluppare uno sguardo anali­tico sui fenomeni sociali. Appassionato di scrittura, ha collaborato con diverse testate giornalistiche, tra cui “Il Gazzettino”, ed è autore di racconti e romanzi.
È tra i fondatori dell’Osservatorio veneto sul fenomeno mafioso, nato subito dopo le stra­gi di Capaci e via D’Amelio. Le giornate del G8 di Genova sono per lui una ferita aperta che difficilmente potrà rimarginarsi.

Ti potrebbe interessare

EPUB PDF

EPUB PDF