L'amore è arco teso

L'amore è arco teso

Anteprima Scarica anteprima
«Con leggerezza pensami, con leggerezza dimenticami».

«Credo che la Cvetaeva sia il più grande poeta del XX secolo.»
Iosif Brodskij

«Quando ho letto per la prima volta i versi della Cvetaeva sono rimasto senza respiro per l'abisso di purezza e forza che si spalanca.»
Boris Pasternak

In questa scelta troviamo soprattutto la lirica d’amore. L’eros per la Cvetaeva è confronto fiero e ravvicinato con l’amato; rovello fisico e mentale. È dono e disperazione; delirio e lucidità. La parola  ̶  parola tragica, esaltata, scarnificata  ̶   cerca di arrivare il più rapidamente possibile al centro della pena, con immagini di fulminante sinteticità, che sfidano la logica eppure, una volta comprese, hanno lo splendore delle verità più incontestabili. 
Sono versi di grande potenza, quelli di una vittima volontaria e recalcitrante, indagatrice di sé e della realtà, artista di ritmi e metafore inediti, che la traduzione di Serena Vitale riesce a rendere in italiano con affascinante efficacia. 

Serena Vitale, nata a Brindisi, è scrittrice, traduttrice, docente universitaria. Ha tradotto e curato migliaia di pagine dal russo e dal ceco. Tra i suoi ultimi libri: A Mosca, a Mosca! (Mondadori) e Il defunto odiava i pettegolezzi (Adelphi). Tra le sue ultime traduzioni, Conversazione su Dante di Osip Mandel’štam. Per Salani ha pubblicato Gatti in crisi d’identità e tradotto Il Grande Inquisitore di Fëdor Dostoevskij.

Dettagli libro

Sull'autore

Marina Cvetaeva

Marina Cvetaeva è una delle grandi voci del primo Novecento, non solo russo; vera e propria icona della modernità, come donna e come scrittrice, grande sperimentatrice, sovvertitrice, indagatrice del dolore personale e storico. 
 

Ti potrebbe interessare