La stupidità strategica Come costruire successi fallimentari o evitare di farlo

La stupidità strategica

Come costruire successi fallimentari o evitare di farlo

Anteprima Scarica anteprima
«Nulla al mondo è più pericoloso di un’ignoranza sincera e di una stupidità coscienziosa.»
Martin Luther King

Capita a tutti di inciampare nella stupiditàce adottare comportamenti che, con il senno di poi, appaiono tutt’altro che saggi. A volte a renderci stupidi è addirittura l’eccesso di ragione, quando per esempio ci ostiniamo a difendere le nostre idee anche di fronte al loro fallimento, scambiando la cocciutaggine per determinazione e l’ottusità per tenacia. Così, accecati da effimeri successi, anziché correggere questi atteggiamenti, li reiteriamo a oltranza con il risultato di trasformare episodiche manifestazioni di imbecillità in un tratto caratteriale permanente. La stupidità non esiste in natura, non è una tara biologica; è un prodotto del tutto umano, ma rappresenta il più grande pericolo per l’umanità, un virus subdolo da cui nessuno è immune. Da dove nasce questa attitudine? E quali conseguenze ha nella vita di ogni giorno? Giorgio Nardone, tra i più stimati psicologi e psicoterapeuti italiani, ci guida alla scoperta dei meccanismi della stupidità e ci suggerisce efficaci antidoti per metterci al riparo dalle sue trappole e convivere con essa nella maniera più funzionale possibile. Perché nulla è totalmente sbagliato e tutto può rivelarsi utile: anche la stupidità.

Dettagli libro

Sull'autore

Giorgio Nardone

Giorgio Nardone, allievo di Paul Watzlawick, ha alle spalle venticinque anni di attività terapeutica e oltre 25.000 casi trattati con successo. Ha fondato e dirige il Centro di Terapia Strategica che ha affiliati in tutto il mondo.

Ti potrebbe interessare

,

EPUB PDF

EPUB PDF