Rossana Rossanda

Rossana Rossanda (n. 1924) è una figura di primo piano della sinistra italiana, ex deputata e giornalista. Responsabile della politica culturale del pci negli anni sessanta del Novecento, è stata radiata dal partito nel 1969 insieme con Luigi Pintor, Lucio Magri, Valentino Parlato, Aldo Natoli e Luciana Castellina, e con loro ha poi fondato il quotidiano “il manifesto”. Vive a Parigi. Autrice di numerosi saggi politici, in tempi più recenti ha pubblicato anche scritti autobiografici e di riflessione sui grandi temi esistenziali, tra cui La vita breve. Morte, resurrezione, immortalità (con Filippo Gentiloni, 1996) e La ragazza del secolo scorso (2005). Presso Bollati Boringhieri sono usciti Note a margine (1996) e La perdita (con Emanuela Fraire, 2008).

,

EPUB PDF